Home » Blog » Internet » Analisi ed elaborazione dati con l’Intelligenza Artificiale: tutorial Julius.ai (gratis)

Analisi ed elaborazione dati con l’Intelligenza Artificiale: tutorial Julius.ai (gratis)

L’Intelligenza Artificiale (AI) sta rivoluzionando ogni aspetto delle nostre vite, specialmente quelle professionali. Attualmente le aziende i professionisti hanno a disposizione nuove opportunità per migliorare molte attività automatizzando l’analisi dei dati. Vi ho parlato della AI come assistente per scrivere, per allineare trascrizioni video, consultare pdf e creare slides: oggi invece parliamo di analizzare ed elaborare numeri più velocemente per creare delle visualizzazioni aggregate in documenti e grafici.

Per farlo, in questo articolo sperimento Julius.ai sotto suggerimento della newsletter di Data Ninja. Julius.ai analizza dati strutturati, crea visualizzazioni di dati e compie anche analisi avanzate come le regressioni lineari. Ho utilizzato Julius per dati SEO, ma qualsiasi documento può essere caricato anche per analisi di fatturato, di campagne in ambito di marketing, oppure per articoli giornalistici di data storytelling.

Piano gratuito e impostazioni di Julius

Julius ha un numero di 15 messaggi gratuiti al mese che potrete utilizzare per le vostre analisi accedendo anche con il vostro account Google. Sul sito trovate anche dei casi di successo che possono aiutarvi a capire il prompt giusto più velocemente, ovvero cosa chiedere in chat a Julius per elaborare i vostri dati. Per quanto riguarda la privacy policy pare che i dati vengono cancellati dopo 30 giorni e non sia utilizzati per il training di Chat GPT, ma comunque se utilizzate dati importanti o sensibili leggete sempre attentamente.

In piattaforma

Potete caricare un file e chattare con Julius.

Nel menu a sinistra della chat potete cancellare autonomamente i vostri file e le vostre sessioni cliccando “files”. Un file nel piano gratuito viene cancellato dopo un’ora dall’ultimo utilizzo. Nella stessa spalla troverete anche molti consigli per formattare i file e anche dei video tutorial (sezione “docs”).

In alto a destra (AI settings) potete selezionare la tipologia di AI (chat GPT 4 o Anthropic Claude), alcuni topic di settore (e.g. mathematics), la lingua e il tone of voice. Sempre in alto a destra, cliccando sulle icone, potete scaricare come documento o condividere la chat con l’analisi.

Nel menu in chat potete cliccare visualize, calculate, keep going. Vi spiego i primi due comandi nel corso di questa guida, il terzo prosegue semplicemente la conversazione.

Analisi SEO con Intelligenza Artificiale

Ho estratto i dati del mio sito culturamente.it (mese novembre 2022 a confronto con novembre 2024) da Google Search Console per vedere come è calata la visibilità sui motori di ricerca dopo che ho spento il sito, il 2 novembre 2022. Questa è una tipica analisi SEO utile sia per report periodici che per le migrazioni, dove si può monitorare l’andamento del traffico dopo un replatforming con vista mese su mese o anno suo anno.

Fonte Dati

Dopo aver impostato il range temporale YoY a confronto su Google Search Console, esporto l’excel e lo carico su Julius.ai. Questa è una visualizzazione tipica del tab delle “query” ovvero delle parole chiave per cui si posiziona il sito: per ciascuna metrica (click, impression, CTR, posizione media) è possibile vedere le numeriche associate ad entrambi gli anni affiancate in colonna.

Query più frequenti01/11/24 – 30/11/24 Clic01/11/22 – 30/11/22 Clic01/11/24 – 30/11/24 Impressioni01/11/22 – 30/11/22 Impressioni01/11/24 – 30/11/24 CTR01/11/22 – 30/11/22 CTR01/11/24 – 30/11/24 Posizione01/11/22 – 30/11/22 Posizione
canzoni frecciatine per lui13581072810%49.18%3.61.01
Tabella di Google Search Console (traffico YoY novembre 22 vs 24)

Prompt utilizzato

Percentage of the top ten “query” losing traffic (tab query), percentage of the top pages (tab pagine) losing clicks, percentage of the top 3 country losing clicks (tab paesi), percentage of the device decrease, each percentage comparing november 2022 versus november 2024

Julius analizza e cerca di capire il file

  • Query: Informazioni sulle query più frequenti.
  • Pagine: Dati sulle pagine principali.
  • Paesi: Clic, impressioni, CTR e dati sulla posizione per Paese.
  • Dispositivi: Dati per dispositivo su clic, impressioni, CTR e posizione.
  • Aspetto nella ricerca: Dati sull’aspetto nei risultati di ricerca.
  • Filtri: Impostazioni dei filtri per i dati.

Julius spiega la metodologia di analisi

Per calcolare le percentuali richieste, analizzerò i dati delle schede “Query”, “Pagine”, “Paesi” e “Dispositivi”, confrontando novembre 2024 con novembre 2022. Cominciamo con la percentuale delle prime dieci “query” che perdono traffico.

Primo output: tabella delle query con percentuale di perdita di traffico

Julius mi mostra la mia tabellina integrata di una colonna con la percentuale di variazione del traffico e – se voglio – posso verificare il codice phyton che utilizza per analizzare i dati:

Query più frequenti01/11/24 – 30/11/24 Clic01/11/22 – 30/11/22 Clic01/11/24 – 30/11/24 Impressioni01/11/22 – 30/11/22 Impressioni01/11/24 – 30/11/24 CTR01/11/22 – 30/11/22 CTR01/11/24 – 30/11/24 Posizione01/11/22 – 30/11/22 PosizioneTraffic Loss (%)
14canzoni sulla casa363732442.86%19.44%02:1402:2595.23809523809523
Tabella di Julius che integra la colonna con la variazione percentuale dei click (mostro solo la prima riga)

Julius commenta la tabellina

La tabella qui sopra mostra le prime dieci query in base ai clic per il novembre 2024, insieme al confronto con il novembre 2022. La colonna “Perdita di traffico (%)” indica la diminuzione percentuale del traffico da novembre 2022 a novembre 2024. I valori negativi indicano una diminuzione del traffico, mentre “inf” indica le query che non hanno ricevuto clic nel novembre 2022 ma che hanno ricevuto clic nel novembre 2024, rappresentando un nuovo traffico piuttosto che una perdita.

Come creare il grafico con “Visualize”

Utilizzando il menu della chat posso creare un grafico in png (che vi metto qui sotto) in cui viene mostrata la perdita di traffico delle prime 10 query:

Come trovare soluzioni con “Calculate”

Utilizzando il tasto “calculate” nel menu posso chiedere a Julius come sistemare la situazione:

Affrontare la perdita di traffico per le query, le pagine e i Paesi più importanti da novembre 2022 a novembre 2024 comporta un approccio multiforme. Ecco alcune strategie che potrebbero essere implementate:

Aggiornamento e ottimizzazione dei contenuti

Rivedere e aggiornare il contenuto delle pagine che hanno registrato una significativa perdita di traffico. Assicurarsi che i contenuti siano pertinenti, aggiornati e ottimizzati per le attuali tendenze di ricerca. Utilizzate gli strumenti di ricerca delle parole chiave per identificare nuove parole o frasi che possono essere incorporate nel contenuto per catturare più traffico.

Analisi e miglioramento SEO

Conducete un audit SEO completo per identificare i problemi tecnici che potrebbero influire sulla visibilità e sul posizionamento del sito. Questo include il controllo dei link non funzionanti, il miglioramento della velocità del sito e la garanzia della reattività dei dispositivi mobili. Utilizzate gli strumenti di ricerca delle parole chiave per identificare nuove parole o frasi che possono essere incorporate nel contenuto per catturare più traffico.

Miglioramenti dell’esperienza utente (UX)

Migliorare l’esperienza complessiva dell’utente sul sito rendendo la navigazione più intuitiva, riducendo i tempi di caricamento delle pagine e garantendo che il sito sia accessibile a tutti gli utenti. Implementare i test A/B per sperimentare diversi layout, presentazioni di contenuti e inviti all’azione per vedere cosa funziona meglio per coinvolgere i visitatori.

Marketing e promozione dei contenuti

Aumentate la visibilità dei vostri contenuti attraverso il social media marketing, le campagne di email marketing e le partnership con influencer o altri siti web. Considerate la possibilità di creare nuovi formati di contenuto, come video, infografiche o podcast, per attirare un pubblico più ampio.

Monitoraggio delle prestazioni e adeguamento delle strategie

Monitorate regolarmente le prestazioni del sito utilizzando strumenti di analisi per monitorare i cambiamenti nel traffico, nel coinvolgimento e nei tassi di conversione. Siate pronti ad adeguare le strategie in base ai dati sulle prestazioni e all’evoluzione delle tendenze di ricerca.

Ottimizzazione SEO locale

Per la perdita di traffico in paesi specifici, considerate l’ottimizzazione della SEO locale includendo parole chiave specifiche per la regione, creando contenuti rilevanti per il pubblico locale e assicurandovi che la vostra azienda sia elencata accuratamente negli elenchi locali e in Google My Business.

L’implementazione di queste strategie richiede uno sforzo continuo e un monitoraggio regolare per adattarsi all’evoluzione delle tendenze di ricerca e dei comportamenti degli utenti.

Conclusioni

Lo strumento è utile e velocizza moltissimo l’operatività: i consigli che dà come “consulente” nella sezione “calculate” sono molto alti ma alla fine sono veritieri (escluso Google My Business, ma giusto perché CulturaMente non aveva una sede fisica!). Secondo me alcuni fattori che vengono spesso dimenticati da tecnici quando presentano questa tipologia di dati ai fruitori (spesso non tecnici) è proprio la metodologia di analisi e soprattutto cosa vogliono dire i numeri esposti. Julius offre molta chiarezza da questo punto di vista, una chiarezza ovvia spesso solo per chi compie l’analisi e non per chi poi la deve fruire.

Provatelo, ricordando sempre che l’intelligenza umana deve revisionare quella artificiale e dare il suo contributo esperto a qualsiasi “diagnosi” che riguarda la storia di un dato.

Altri tutorial con l’AI

Se ti interessano altri tutorial con strumenti di intelligenza artificiale leggi la sezione “Intelligenza Artificiale” del mio sito.

Condividi

Lascia un commento